AMBIENTE

Lo scopo con cui viene fondata la ISOMEC nel 1979 è quello di svolgere un’attività avente per obbiettivo il contenimento dei consumi energetici e la conseguente riduzione delle emissioni inquinanti; oggi ha allargato il campo delle proprie attività, seleziona e installa prodotti ecocompatibili, sceglie fornitori che hanno dimostrato attenzione alle tematiche ambientali.

Tetti verdi, “cool roof “, sono stati promossi presso i progettisti e proposti alla committenza già dal 1995, anche tramite l’organizzazione di convegni per ingegneri e architetti, chiamando a relazionare i maggiori esperti nel settore.

Le maestranze vengono aggiornate periodicamente mediante la frequentazione di corsi presso i produttori di componenti, al fine di fornire assistenza alla corretta progettazione dei pacchetti verdi.

Nel corso degli anni sono state cessate attività, come il poliuretano applicato a spruzzo per isolare termicamente tetti e pareti, soluzione tecnicamente molto efficace e di rapida realizzazione, che potevano contribuire all’emissione di gas nocivi nell’atmosfera e che rendevano difficile il recupero e la separazione dei materiali a fine vita della struttura.

ISOMEC inoltre ha creduto e investito direttamente nell’utilizzo di pannelli fotovoltaici integrati nelle coperture per la produzione di elettricità in autoconsumo, in quanto consentono la riduzione dell’emissione di anidride carbonica nell’atmosfera, tra i principali responsabili dell’effetto serra

ISOMEC, grazie agli impianti fotovoltaici che ha in gestione, ha prodotto energia elettrica con un risparmio di più di 2200 tonnellate di CO2 dal 2011 ad oggi.

ISOMEC dal 1992 ad oggi ha rimosso e smaltito più di 3700 tonnellate di amianto.

ISOMEC effettua un’attenta selezione dei rifiuti al fine di garantire ed agevolare il processo di smaltimento sia presso la propria sede che nei suoi cantieri.

Dal 2018 inoltre Isomec vanta la certificazione del sistema gestione ambientale secondo la norma UNI ISO 14001:15, che prevede il monitoraggio e la riduzione dei consumi energetici, ottenuta anche mediante l’installazione sulla propria sede di Parma di un impianto fotovoltaico da 40 kWp.