BONIFICA AMIANTO

SE VIVO O LAVORO IN UN EDIFICIO CON COPERTURA IN ETERNIT COME DEVO COMPORTARMI? È OBBLIGATORIO RIMUOVERLO?

Non è necessario rimuovere una copertura in eternit in buono stato di conservazione, ma è obbligatorio per legge effettuare un monitoraggio periodico per verificare lo stato di conservazione e l’assenza di materiale distaccato.

QUANTO PUÒ COSTARE LA RIMOZIONE DELL’AMIANTO (ETERNIT)?

Il costo dello smaltimento dell’amianto varia a seconda delle dimensioni della struttura dove è presente; nel caso di una copertura dipende strettamente dalla quantità, dalle opere provvisionali per la sicurezza, dall’accessibilità e la pedonalità della copertura e dalla distanza della discarica per lo smaltimento. Orientativamente per metrature inferiori a 100 m2 il costo più incisivo è quello della manodopera, all’aumentare della quantità i costi per lo smaltimento al metro quadrato diminuiscono mentre rimangono fissi quelli per le opere di sicurezza e il trasporto.

QUALI ALTERNATIVE ALLA RIMOZIONE DELL’AMIANTO ESISTONO?

È possibile incapsulare le fibre di amianto mediante l’applicazione di diversi strati di vernici certificate che formano uno strato protettivo che impedisce la loro dispersione nell’ambiente per poi procedere ad una sovracopertura oppure mantenere la copertura esistente resa sicura. Entrambi i trattamenti devono essere monitorati nel tempo e richiedono una manutenzione periodica. La rimozione rispetto all’ incapsulamento e alla sovracoperura ha il vantaggio di risanare in modo definitivo l’edificio valorizzando lo stesso; l’adozione di tutte le lavorazioni implica comunque l’installazione delle opere provvisionali ai fini della sicurezza. L’incapsulamento e la sovracopertura comportano il monitoraggio periodico e, nel caso dell’incapsulamento, il rifacimento dopo alcuni anni; A conti fatti quindi l’adozione di tali soluzioni inizialmente meno costose non è cosi conveniente.